ist.miss@libero.it

Villa La Quiete

Casa per ferie

Chi Siamo

La casa di accoglienza religiosa "Villa La Quiete" è di proprietà dell'Istituto Missionario dei Padri Dehoniani.
1. I PADRI DEHONIANI
La Congregazione dei Sacerdoti del Sacro Cuore di Gesù (Padri dehoniani) è un Istituto religioso clericale apostolico di diritto pontificio. E' stata fondata nel 1878 a San Quintino (Francia) da p. Leone Giovanni Dehon. Egli ha ricevuto la grazia e la missione di arricchire la Chiesa con un Istituto che viva della sua ispirazione evangelica: l'amore riparatore al Cristo nell'icona del suo costato aperto e del suo Cuore trafitto e l'impegno di diffondere il suo Regno nelle anime e nelle società (devozione al Sacro Cuore). La congregazione è costituita di sacerdoti e di laici consacrati. 
La sua esistenza, la spiritualità e la dimensione apostolica si comprendono alla luce della vita del suo fondatore.
2. P. DEHON
Leone Dehon è nato il 14 marzo 1843 a La Capelle in Francia. Ancora adolescente ha sentito la vocazione al sacerdozio, incontrando l'avversione del papà . Obbedendo alla volontà del padre ha frequentato gli studi di diritto a Parigi, accettando di fare anche lunghi viaggi offertogli dal genitore per distrarlo dall'idea del sacerdozio. 
Nell'arco di dieci mesi visita diverse regioni tra le quali la Terra Santa. Al termine di questo lungo viaggio, Leone chiese e partà per Roma ed entra nel Seminario di S. Chiara. 
Il 19 dicembre del 1868 fu ordinato sacerdote, con la presenza e il consenso ormai convinto e benedicente dei genitori. Nominato vicario parrocchiale di San Quintino, inizia la sua missione con entusiasmo e intraprese subito iniziative pastorali in svariati settori: oratorio, collegio, circolo giovanile, e operaio. 
Sacerdote colto, di profonda spiritualità e dinamismo,tuttavia aveva in sé un qualcosa che lo inquietava: dopo un lungo discernimento prese la decisione di fondare la Congregazione dei Sacerdoti del Sacro Cuore di Gesù, il 28 giugno del 1878, giorno della sua prima professione. Il fine sarà la devozione al Cuore di Gesù e la diffusione del suo Regno nei cuori e nella società .
La sua formazione culturale e la sua sensibilità l'ha portato ad agire soprattutto nell'ambito sociale e missionario, diffondendo il pensiero sociale della chiesa attraverso conferenze, articoli, riviste e libri, tra cui il Manuale Sociale Cristiano e aprendo la propria Congregazione all'azione missionaria inviando i propri religiosi nelle terre più lontane e difficili.
La sua morte è avvenuta il 12 agosto del 1925 a 82 anni di età .
3. DEHONIANI IN ITALIA 
La presenza dei "Sacerdoti del S. Cuore di Gesù" in Italia risale a p. Dehon che, nel gennaio del 1892 volle aprire a Roma la Procura Generale della Congregazione, con annesso Studentato Teologico.
Nel febbraio del 1894 egli compie un viaggio nell'Italia Meridionale, di cui ha lasciato memoria nelle sue "Note Quotidiane", p. Dehon parla spesso con simpatia dell'Italia. 
Egli si sente particolarmente legato a Roma e a tanti amici italiani. Ricorda i suoi professori, i suoi compagni di studi. E' onorato dall'amicizia di tanti vescovi e uomini illustri nel campo della cultura e dell'azione sociale.
La prima opera fondata in Italia, per suo espresso desiderio, fu il seminario presso la cittadina di Albino (BG). A questa fondazione sono legate alcune figure eminenti quali: mons. Radini Tedeschi e don Angelo Roncalli, il futuro Papa Giovanni XXIII.
Da qui, a macchia d'olio, i Dehoniani si estesero a tutta Italia. I Padri Dehoniani in Italia scelsero di lavorare nel sociale, nelle missioni all'estero, nella stampa (Edizioni Dehoniane) e nella pastorale parrocchiale.
4. ISTITUTO MISSIONARIO "VILLA LA QUIETE"
Villa La Quiete, residenza estiva dei Principi Buoncompagni di Roma, passata al dott. Laureati di Foligno, venne acquistata nel 1942 dai Sacerdoti del S. Cuore come casa di formazione religiosa e sacerdotale dei seminaristi dehoniani con la denominazione di Istituto Missionario. 
Così fu seminario filosofico fino al 1948, pre-seminario e casa di accoglienza per i figli orfani dei ferrovieri dal 1951. Nel 1960 diventò sede del postulato, noviziato e del liceo, a cui si aggiunse quasi subito lo studentato teologico, che si sarebbe in seguito trasferito a Roma (1969).
Dal 1975 al Liceo Classico Dehoniano si affiancherà anche il Ginnasio. Il riconoscimento legale è del 1976, ma avrà breve durata per la crisi vocazionale che porterà a chiudere l'esperienza di scuola parificata e in seguito anche il seminario. Negli anni seguenti la casa divenne nuovamente sede del postulato: casa di formazione per i giovani che si preparavano al noviziato.
La ristrutturazione del 1992 trasformerà la finalità della casa, che si orienterà sempre più verso l'accoglienza di gruppi e per corsi di esercizi spirituali, riprendendo l'antica denominazione "Villa la Quiete". 
Accanto all'animazione vocazionale e alla formazione i Dehoniani, presenti a Foligno, assunsero anche la cura pastorale della Parrocchia S. Cuore e negli ultimi anni della Parrocchia S.Giuseppe Artigiano, ambedue situate nella città di Foligno.

La casa di accoglienza religiosa "Villa La Quiete" è di proprietà dell'Istituto Missionario dei Padri Dehoniani.

 

1. I PADRI DEHONIANI

La Congregazione dei Sacerdoti del Sacro Cuore di Gesù (Padri dehoniani) è un Istituto religioso clericale apostolico di diritto pontificio. E' stata fondata nel 1878 a San Quintino (Francia) da p. Leone Giovanni Dehon. Egli ha ricevuto la grazia e la missione di arricchire la Chiesa con un Istituto che viva della sua ispirazione evangelica: l'amore riparatore al Cristo nell'icona del suo costato aperto e del suo Cuore trafitto e l'impegno di diffondere il suo Regno nelle anime e nelle società (devozione al Sacro Cuore). La congregazione è costituita di sacerdoti e di laici consacrati. 

La sua esistenza, la spiritualità e la dimensione apostolica si comprendono alla luce della vita del suo fondatore.

 

2. P. DEHON

Leone Dehon è nato il 14 marzo 1843 a La Capelle in Francia. Ancora adolescente ha sentito la vocazione al sacerdozio, incontrando l'avversione del papà . Obbedendo alla volontà del padre ha frequentato gli studi di diritto a Parigi, accettando di fare anche lunghi viaggi offertogli dal genitore per distrarlo dall'idea del sacerdozio. 

Nell'arco di dieci mesi visita diverse regioni tra le quali la Terra Santa. Al termine di questo lungo viaggio, Leone chiese e partà per Roma ed entra nel Seminario di S. Chiara. 

Il 19 dicembre del 1868 fu ordinato sacerdote, con la presenza e il consenso ormai convinto e benedicente dei genitori. Nominato vicario parrocchiale di San Quintino, inizia la sua missione con entusiasmo e intraprese subito iniziative pastorali in svariati settori: oratorio, collegio, circolo giovanile, e operaio. 

Sacerdote colto, di profonda spiritualità e dinamismo,tuttavia aveva in sé un qualcosa che lo inquietava: dopo un lungo discernimento prese la decisione di fondare la Congregazione dei Sacerdoti del Sacro Cuore di Gesù, il 28 giugno del 1878, giorno della sua prima professione. Il fine sarà la devozione al Cuore di Gesù e la diffusione del suo Regno nei cuori e nella società .

La sua formazione culturale e la sua sensibilità l'ha portato ad agire soprattutto nell'ambito sociale e missionario, diffondendo il pensiero sociale della chiesa attraverso conferenze, articoli, riviste e libri, tra cui il Manuale Sociale Cristiano e aprendo la propria Congregazione all'azione missionaria inviando i propri religiosi nelle terre più lontane e difficili.

La sua morte è avvenuta il 12 agosto del 1925 a 82 anni di età.

 

3. DEHONIANI IN ITALIA

La presenza dei "Sacerdoti del S. Cuore di Gesù" in Italia risale a p. Dehon che, nel gennaio del 1892 volle aprire a Roma la Procura Generale della Congregazione, con annesso Studentato Teologico.

Nel febbraio del 1894 egli compie un viaggio nell'Italia Meridionale, di cui ha lasciato memoria nelle sue "Note Quotidiane", p. Dehon parla spesso con simpatia dell'Italia. 

Egli si sente particolarmente legato a Roma e a tanti amici italiani. Ricorda i suoi professori, i suoi compagni di studi. E' onorato dall'amicizia di tanti vescovi e uomini illustri nel campo della cultura e dell'azione sociale.

La prima opera fondata in Italia, per suo espresso desiderio, fu il seminario presso la cittadina di Albino (BG). A questa fondazione sono legate alcune figure eminenti quali: mons. Radini Tedeschi e don Angelo Roncalli, il futuro Papa Giovanni XXIII.

Da qui, a macchia d'olio, i Dehoniani si estesero a tutta Italia. I Padri Dehoniani in Italia scelsero di lavorare nel sociale, nelle missioni all'estero, nella stampa (Edizioni Dehoniane) e nella pastorale parrocchiale.

 

4. ISTITUTO MISSIONARIO "VILLA LA QUIETE"

Villa La Quiete, residenza estiva dei Principi Buoncompagni di Roma, passata al dott. Laureati di Foligno, venne acquistata nel 1942 dai Sacerdoti del S. Cuore come casa di formazione religiosa e sacerdotale dei seminaristi dehoniani con la denominazione di Istituto Missionario. 

Così fu seminario filosofico fino al 1948, pre-seminario e casa di accoglienza per i figli orfani dei ferrovieri dal 1951. Nel 1960 diventò sede del postulato, noviziato e del liceo, a cui si aggiunse quasi subito lo studentato teologico, che si sarebbe in seguito trasferito a Roma (1969).

Dal 1975 al Liceo Classico Dehoniano si affiancherà anche il Ginnasio. Il riconoscimento legale è del 1976, ma avrà breve durata per la crisi vocazionale che porterà a chiudere l'esperienza di scuola parificata e in seguito anche il seminario. Negli anni seguenti la casa divenne nuovamente sede del postulato: casa di formazione per i giovani che si preparavano al noviziato.

La ristrutturazione del 1992 trasformerà la finalità della casa, che si orienterà sempre più verso l'accoglienza di gruppi e per corsi di esercizi spirituali, riprendendo l'antica denominazione "Villa la Quiete". 

Accanto all'animazione vocazionale e alla formazione i Dehoniani, presenti a Foligno, assunsero anche la cura pastorale della Parrocchia S. Cuore e negli ultimi anni della Parrocchia S.Giuseppe Artigiano, ambedue situate nella città di Foligno.